A Lampedusa nasce un Museo delle migrazioni

IMMIGRAZIONE: TUNISINI FANNO SCIOPERO FAME,VOGLIAMO RISPETTO

Un sito per testimoniare il ruolo di ”isole ponte” di Lampedusa e Linosa, approdo di migrazioni naturali e umane. E’ questo il Museo delle migrazioni, voluto dall’associazione Askavusa insieme a una rete di associazioni (Archivio memorie migranti, Legambiente, Rete dei Comuni solidali, Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Arci e Limen) che ora ha anche il riconoscimento e l’adesione dell’amministrazione comunale che con delibera di giunta ne ha ufficializzato la costituzione.

Il sito del Museo

Museo Migrazioni

Lampedusa è per ragioni geografiche un punto di passaggio. L’entità e la natura dei movimenti migratori registrati sull’isola involve tanto animali, quanto esseri umani. È per spiegare e creare un luogo che testimoni il transito – in particolare di quest’ultimo soggetto – che i membri di Askavusa hanno deciso di dare vita a un Museo delle Migrazioni.
Il museo nasce quasi spontaneamente, alimentato dalla curiosità verso ciò che generalmente viene etichettato come “diverso”. Il progetto si sviluppa attraverso un processo di perlustrazione delle barche con cui i migranti sono approdati sull’isola, raccolta e catalogazione degli oggetti rinvenuti. Il risultato è rappresentato dall’esposizione permanente di oggetti, vestiti, libri, scarpe, foto, lettere, e utensili appartenenti ai migranti. La collezione include allo stesso tempo i legni delle barche – recuperati sulle spiagge lampedusane – e appartenenti alle imbarcazioni che sono arrivate, ma anche a quelle che non sono mai giunte al loro approdo.
Il processo di catalogazione e esposizione che è seguito, ha dato vita a quello che è attualmente il museo: uno spazio in cui gli oggetti sono esposti su mensole ricavate dagli stessi legni delle barche o esposti alle pareti sotto mutate spoglie. Infatti, il museo vorrebbe svilupparsi nella direzione di un progetto didattico che coinvolga artisti locali, nazionali e internazionali nella creazione di opere d’arte nate dalla manipolazione e l’utilizzo dei reperti stessi: oggetti un tempo appartenuti ai migranti possono ancora comunicare qualcosa, attraverso la personale interpretazione di artisti e non.
Il progetto del Museo delle Migrazioni è uno spazio che subisce allestimenti periodici. I curatori arricchiscono l’archivio con oggetti che vengono donati da ‘ricercatori’ e volontari che si sono avvicinati al progetto. Attualmente stiamo cercando uno spazio più grande nel quale ospitare l’intera collezione, che include anche tre barche dei migranti. Infatti recentemente abbiamo ottenuto il permesso dal ministero di poter prelevare tre imbarcazioni per il museo.

http://www.museodellemigrazioni.com/museo.html

Annunci


Categorie:Senza categoria

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

NEODRAMMATURGIA

TEATRO E RICERCA - THEATRE AND RESEARCH

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SCRITTURE / WRITINGS

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: