Scampia- Nonostante il quartiere piantonato continua la guerra di camorra- Bomba a mano nel Lotto G delle Vele

È sempre la violenza a farla da padrona nel quartiere di Scampia, all’estrema periferia di Napoli. Ieri sera, una bomba carta è stata fatta esplodere nel parcheggio del lotto G delle Vele, considerato zona d’influenza del gruppo dei ‘Girati’, tra i protagonisti della faida in corso per il controllo del mercato della droga.

L’ordigno esploso ieri sera a Scampia, che ha causato il ferimento lieve di una ragazzina di 13 anni e di un bambino di 9, non era una bomba carta contenente sferette metalliche ma un vero e proprio ordigno bellico, probabilmente proveniente dall’est europeo.  Anche la bomba inesplosa trovata stamane in un’altra zona di Scampia era dello stesso tipo: i carabinieri pensano che non sia scoppiata per un problema meccanico, e che entrambi gli episodi siano da ricondurre alla faida tra clan in corso nel quartiere. L’ordigno inesploso trovato stamane potrebbe essere stato scagliato anche ieri sera, subito prima o dopo l’altro episodio in cui la bomba, invece, è scoppiata.

Quella recuperata oggi dagli artificieri dell’Arma è una bomba a mano dello stesso tipo di quelle utilizzate durante il conflitto nella ex Jugoslavia: fabbricata nell’Est europeo, conteneva esplosivo al plastico e circa tremila microsfere metalliche destinate a essere scagliate intorno con grande forza distruttrice.

Si trattava di una bomba in cattivo stato di conservazione, visibilmente arrugginita: è stata lanciata per esplodere (cuffia e spoletta sono state rinvenute a una trentina di metri di distanza) ma non ha funzionato. Il luogo dove è stata trovata questa bomba è uno spiazzo ampio e poco frequentato, specie di sera, quindi si presume che gli autori dell’attentato non volessero colpire un bersaglio determinato ma, come nel caso di ieri, lanciare un segnale al clan dei «girati». Ferito leggermente anche un uomo che, però, ha deciso di non farsi medicare dagli operatori sanitari. Danneggiate anche 9 automobili parcheggiate sul luogo dell’esplosione.

I carabinieri, che stanno svolgendo le indagini, ritengono che lo scoppio sia stato un segnale intimidatorio rivolto dal gruppo Abete-Aprea-Abbinante ai propri nemici nella lotta di quartiere sul la gestione dello spaccio di stupefacenti. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto ieri sera, da un’auto in corsa sarebbe stata lanciata la bomba. La deflagrazione violenta ha provocato una vera e propria pioggia di vetri e di lamiere. Schegge ovunque che hanno ferito la bimba di nove anni, la ragazza di 13 e l’uomo che si trovavano nel parcheggio. Scattato l’allarme sul posto sono giunti i carabinieri che hanno lavorato fino a notte fonda per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto, per cercare qualche testimonianza utile ad identificare i responsabili. Chi ha lanciato la bomba comunque non è potuto andare troppo lontano: il quartiere da alcune settimane è presidiato da centinaia di uomini delle forze dell’ordine, impegnate a smantellare le piazze dello spaccio delle sostanze stupefacenti.

Le condizioni della ragazza e della bimba che sono rimaste ferite non destano preoccupazione. Sono state dapprima medicate all’ospedale ‘San Giovanni Bosco’, quello più vicino a Scampia, e successivamente trasferite per ulteriori accertamenti all’ospedale pediatrico ‘Santobono’. Notevoli i danni: oltre alle 9 auto danneggiate, vetri in frantumi, carrozzerie deformate per un bilancio non ancora definitivo ma già viene calcolato in decine di migliaia di euro.

Fonte: Giornale Radio Rai

16.12.2012

Annunci


Categorie:Senza categoria

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

NEODRAMMATURGIA

TEATRO E RICERCA - THEATRE AND RESEARCH

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SCRITTURE / WRITINGS

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: