Alleanza globale: 48 paesi contro la pedofilia online

Solo un primo passo, ma di ampiezza mondiale. Ed è questo che fa ben sperare, e segna la differenza con quanto fatto finora per lottare contro la pedofilia online. Per la prima volta, hanno infatti deciso di unire le forze 48 Paesi in tutto il mondo per combattere contro il flagello delle immagini pedopornografiche diffuse su internet. La nuova Alleanza globale, sotto la guida di Ue e Usa, mette a cooperare insieme sui 5 continenti sia gli stati dove i bambini vengono sfruttati che quelli che ospitano i server dei siti incriminati, ma anche i Paesi dove queste immagini vengono ‘fruite’.
A partecipare all’iniziativa sono infatti i 27 stati membri dell’Unione europea più Croazia, Serbia, Montenegro, Albania, Turchia, Norvegia e Svizzera, poi gli Stati Uniti con Australia, Nuova Zelanda e Giappone, a cui si aggiungono Georgia, Moldova, Ucraina, Nigeria, Ghana, Filippine, Corea, Cambogia, Thailandia e Vietnam.
“E’ nostra responsabilità tutelare le giovani vittime e punire i colpevoli dovunque si trovino, e l’unico modo per riuscirci è fare fronte comune per coordinare e intensificare la nostra azione”, ha sottolineato la commissaria Ue agli affari interni Cecilia Malmstroem, che ha tenuto a battesimo l’iniziativa insieme al ministro americano della giustizia Eric Holder e ai rappresentanti degli altri paesi, tra cui il ministro dell’interno italiano Anna Maria Cancellieri.
Secondo i dati forniti dall’Agenzia dell’Onu per la lotta alla droga e alla criminalità, sono oltre un milione le immagini pedopornografiche attualmente sul web, a cui ogni anno se aggiungono 50mila di nuove, pari a un giro d’affari da 250 milioni di dollari. Il problema, ha spiegato Cancellieri, è che i server su cui girano i siti con le immagini incriminate “sono nei paesi più dislocati”, e nonostante gli stati combattano individualmente – e l’Italia è tra quelli che lo fanno “molto bene” grazie a una polizia postale “molto ben attrezzata” – la lotta alla pedofilia online è sicuramente “più efficace” quando c’è una collaborazione “forte” a livello internazionale.
La Russia, che alcune Ong denunciano ospitare migliaia di siti pedopornografici, non ha per ora voluto essere della partita. “Spero accetterà di unirsi più tardi”, ha auspicato Malmstroem. La questione sarà toccata al summit Ue-Russia che si terrà a Bruxelles il 21 dicembre.
Fonte: Tiscali


Categorie:Senza categoria

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

ANTONIO DE LISA- PITTURA, TECNICHE MISTE E DISEGNI / PAINTINGS, MIXED MEDIA AND DRAWINGS

Pittura - Scultura - Grafica - Mixed Media / Painting - Sculpture - Graphic - Mixed Media

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

STORIOGRAFIA - HISTORIOGRAPHY - HISTORIOGRAPHIE

POLITICA/POLITICS - SOCIETA'/SOCIETY- ECONOMIA/ECONOMY - CULTURA/CULTURE

ANTONIO DE LISA COMPOSER & LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Storia, Musiche, Concerti - History, Music, Concerts

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SITO PILOTA / PILOT SITE / SITE PILOTE

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry - Théâtre Arts Musique Poésie

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: