La crisi dei settimanali in Europa- E’ il giornalismo periodico in crisi o l’informazione a stampa?

Crisi allo Spiegel in Germania

Dopo la chiusura del Financial Times Deutschland, che terminerà le sue pubblicazioni a dicembre, e lo stato d’insolvenza della Frankfurter Rundschau, la crisi dell’editoria in Germania è arrivata anche nelle stanze del potente settimanale Der Spiegel.

L’amministratore del giornale del gruppo Springer, Ove Saffe, ieri pomeriggio durante l’incontro con i collaboratori ha annunciato che il “rinnovo” del gruppo non sarà possibile senza un taglio del personale, scrive Die Welt, che titola: “La crisi ha raggiunto lo Spiegel”, con un gioco di parole in cui ‘Spiegel’ sta a indicare anche il “livello”.

Tagli finora hanno riguardato le testate-“figlie” dello Spiegel, il mensile Manager magazine o la Spiegel-Tv. L’annuncio di un taglio al settimanale di Amburgo è una vera novità, per molti finora impensabile.

Tuttavia, lo sviluppo economico del gruppo non lascia altra scelta ai dirigenti: il fatturato del 2012 è sceso a 307 milioni di euro, al livello del 2003. I guadagni sono crollati del 30%.

Nonostante i problemi economici dello Spiegel, non dovrebbero esserci licenziamenti “forzati” dell’azienda, ha scritto die Welt.

L’amministratore Saffe ha previsto un calo di guadagni del 25% per il 2013 e non ha escluso una diminuzione delle vendite.

L’annuncio di un “rilancio” del gruppo Spiegel non è altro che un nuovo preoccupante segnale della crisi dell’editoria tedesca. Il Financial Times Deutschland, nato nel 2000, cesserà le pubblicazioni la settimana prossima forse perchè non ha mai guadagnato un centesimo – secondo la Welt – mentre l’insolvenza della Frankfurter Rundschau è forse legata al fatto che il quotidiano di Francoforte soffriva già negli Anni Novanta della perdita di lettori progressisti, a vantaggio della Sueddeutsche Zeitung e della Taz, in seguito a un rifiuto di modernizzarsi.

Crisi all’Espresso in Italia

La perdita a fine anno dovrebbe attestarsi intorno ai 4 milioni di euro. Per arginare la crisi il gruppo ha deciso di avviare lo stato di crisi. Tra i tagli in organico dovrebbero rientrare anche due vicedirettori, alcuni giornalisti e caporedattori che – come scrive Italia Oggi – fanno funzionare la macchina organizzativa del settimanale. La redazione ha risposto con uno sciopero di due giorni.

Il direttore Bruno Manfellotto sta lavorando a un nuovo piano editoriale che tenga conto delle nuove forze disponibili (sulla base dei tagli imposti dall’editore): il giornale dovrebbe essere meno legato alla stretta attualità, ma senza perdere la sua caratteristica principale, gli approfondimenti e le inchieste. Il tutto, però, con un organico ridotto. I giornalisti sono preoccupati, tenendo conto anche del fatto che già ora l’organico è numericamente inferiore (40) a quello del competitor Panorama (50).

Agitazione nella Rcs periodici

Giornalisti del gruppo Rcs in sciopero

Una folta rappresentanza dei giornalisti della Rcs Periodici, in sciopero, ha presidiato il 12 novembre l’ingresso della società in via San Marco, in occasione del consiglio di amministrazione di Rcs Mediagroup sui conti nei nove mesi, con un confronto probabile anche sul nuovo piano industriale che sarà al vaglio successivamente nel Cda del 19 dicembre. I dipendenti hanno consegnato una lettera al Cda in cui si chiede al gruppo di «porre al centro del rilancio e dello sviluppo delle proprie testate l’informazione giornalistica e la qualità dei suoi contenuti». I giornalisti della Periodici sono circa 250, su un organico complessivo della Periodici attorno alle 530 persone.

Annunci


Categorie:Senza categoria

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

NEODRAMMATURGIA

TEATRO E RICERCA - THEATRE AND RESEARCH

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SCRITTURE / WRITINGS

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: