Annachiara Albanese: Samuele e Lucia, una storia via Facebook finita in tragedia (Progetto Giovani, disagio, legalità)

Samuele Caruso

Lucia Petrucci

Non è la solita storia d’amore, qui non esiste il “per sempre felici e contenti” delle favole, anzi, è l’esempio di come le favole a volte sono il contrario della vita vera, di come le emozioni troppo forti possono confondere l’uomo e fargli dimenticare ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Un incontro via web, ormai molto frequente tra i ragazzi del ventunesimo secolo e i protagonisti sono Samuele Caruso, un 23enne che conosce tramite Facebook una ragazza di diciotto anni, Lucia Petrucci, della quale si innamora. Tra i due nasce una storia che, però, ben presto volge al termine; ma Samuele non si arrende, continua a perseguitare l’ex fidanzata con chiamate, sms e appostamenti. Lei si rivolge ai carabinieri denunciando l’accaduto, ma l’unica cosa che essi sono in grado di dirle è : “cambi numero”.

Ciò che fa scattare la scintilla nella testa di Samuele è la foto mostratagli da un amico,  di Lucia che bacia un altro ragazzo e, dopo aver visto su Facebook che i due erano amici, pazzo di gelosia si decide ad affrontare la ragazza. Ci chiediamo se esistono dei limiti alla follia dell’uomo, ma davanti a queste situazioni la risposta non può che essere negativa. Le cose infatti vanno molto diversamente da come le aveva progettato Samuele. Una volta arrivato nell’androne del palazzo di Lucia si avventa sulla ragazza e l’accoltella, ma alla storia si aggiunge un terzo personaggio: Carmela Petrucci, la sorella della ragazza che per difenderla  si prende le coltellate mortali. Il suo tentativo non è stato inutile, perché Lucia è salva e, nonostante abbia riportato gravi ferite, ora si trova nell’ospedale di Palermo e non sa ancora della morte di Carmela, la centounesima vittima di femminicidio. Questo ci dimostra come siano frequenti ormai, gli episodi di stalking e, allo stesso tempo, come siano insufficienti i servizi per aiutare chi ne è vittima.

E’ stata Lucia ad indicare in Samuele Caruso l’aggressore, ha detto di essere stata minacciata e perseguitata frequentemente da lui, che dopo aver accoltellato le due sorelle, ha tentato la fuga, ma con il cellulare acceso. Nel giro di poche ore è stato fermato nella stazione ferroviaria di Bagheria, e dopo 3 ore di interrogario ha confessato: “Non ce l’avevo con Carmela, non volevo colpire lei, l’ho colpita per sbaglio. Ce l’avevo con Lucia…”. Samuele Caruso afferma di essere stato vittima di un raptus, un improvviso impulso di forte intensità che può portare alla momentanea perdita della capacità di intendere e di volere, ma per gli investigatori non è così, perché non ha avuto una reazione emotiva forte come avviene in casi simili. In un interrogatorio il 23enne confessa: ‘Sono uscito da casa col coltello, perché era mia intenzione uccidere Lucia se avesse ammesso il tradimento’ e finora non ha mostrato nessun segno di pentimento. Samuele è infatti accusato di omicidio volontario premeditato, avendo portato con sé il coltello. Ma sua madre non si rassegna al fatto accaduto: “Mio figlio è un bravo ragazzo, – dice– giornali e televisioni lo hanno definito un killer, ma non è così, non è un mostro”.    

Non possiamo di certo sapere cosa sia passato per la testa di Samuele, definito da fonti investigative, che hanno avuto dei contatti con lui, ‘mente insondabile’, ma né la gelosia né l’ossessione per la sua ex fidanzata giustificano un’azione simile e la morte di una ragazza di diciassette anni. Se soltanto i carabinieri avessero prestato più attenzione a Lucia, forse non si sarebbe arrivati a questo punto, forse avrebbero salvato una vita o forse no.  Resta la speranza che quest’ennesimo episodio di femminicidio sia utile a non sottovalutare, in futuro, situazioni simili e l’amarezza che nel nostro Paese, purtroppo, non cambierà nulla.

Annachiara Albanese

Liceo Scientifico “G. Galilei” (Pz) Classe III H

CRONACA E STORIA

www.storiografia.org

Testi pubblicati per studio e ricerca – Uso non commerciale

Published texts for study and research-non-commercial use

© Copyright 2012 – Rights Reserved

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.

Annunci


Categorie:Senza categoria

Tag:,

1 reply

Trackbacks

  1. Giovani, disagio, legalità: il Progetto e gli articoli pubblicati « Cronaca e Storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

STORIA E SOCIETA' - HISTORY AND SOCIETY

POLITICA/POLITICS - SOCIETA'/SOCIETY- ECONOMIA/ECONOMY - CULTURA/CULTURE

NEODRAMMATURGIA

TEATRO E RICERCA - THEATRE AND RESEARCH

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SCRITTURE / WRITINGS

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: