I Pm di Teramo chiedono l’ergastolo per Salvatore Parolisi: ha ucciso lui la moglie

Salvatore Parolisi

I Pm di Teramo chiedono l’ergastolo per Salvatore Parolisi: ha ucciso lui la moglie, Melania Rea.  Questa la pena chiesta dai  per l’ex caporale degli alpini. In aula, davanti al gup Marina Tommolini, sono presenti l’imputato e i familiari della vittima (il padre, il fratello Michele e lo zio Gennaro). Hanno svolto la requisitoria i pubblici ministeri Greta Aloisi e Davide Rosati .

”E’ quello che ci aspettavamo la richiesta di un ergastolo senza attenuanti”. Così l’avvocato della famiglia Rea, Mauro Gionni, all’uscita dell’aula.

Parolisi secondo l’accusa avrebbe ucciso la moglie Melania con 35 coltellate il 18 aprile 2011 nel bosco di Ripe di Civitella.

L’ha definito un puzzle con tanti elementi che tutti insieme compongono un quadro tipico del processo indiziario. Così il Pm di Teramo Davide Rosati ha spiegato il castello accusatorio nei confronti di Salvatore Parolisi, per il quale ha richiesto l’ergastolo per l’omicidio della moglie senza attenuanti generiche ma anzi con alcune aggravanti. Per l’accusa Salvatore Parolisi è colpevole anche quindi di minorata difesa, crudeltà, e vilipendio aggravato dall’aver voluto depistare fuori di sé la colpevolezza dell’omicidio. Quest’ultima accusa è in funzione dell’aver creato tracce visibili a chi si fosse recato sul posto del delitto per depistare le indagini e sarebbero state fatte il giorno dopo il delitto. Sono queste aggravanti abbinate al reato di omicidio ad aver portato nonostante il rito abbreviato alla richiesta dell’ergastolo, perché secondo i Pm lo sconto di pena si effettua sulla possibile richiesta di isolamento diurno: ed è questa infatti la parte abbonata con rito abbreviato.

Si è conclusa così la prima parte della requisitoria odierna, più tardi sarà il turno della parte civile ossia proprio l’avvocato Gionni.

Il processo si svolge a porte chiuse perchè con rito abbreviato. Poco dunque è trapelato sul contenuto della requisitoria dei Pm . Fuori dall’aula sono finiti anche i tre periti di parte civile per espressa decisione del giudice: si tratta di Margherita Carlini, Maria Baldi e Roberta Bruzzone che hanno redatto le perizie per i famigliari Rea.

Annunci


Categorie:Senza categoria

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

STORIA E SOCIETA' - HISTORY AND SOCIETY

POLITICA/POLITICS - SOCIETA'/SOCIETY- ECONOMIA/ECONOMY - CULTURA/CULTURE

NEODRAMMATURGIA

TEATRO E RICERCA - THEATRE AND RESEARCH

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA - SCRITTURE / WRITINGS

Teatro Arte Musica Poesia - Theatre Art Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: